Centro Missionario Como - Home Page

Rassegna VOLTI D'AFRICA 2009

L'ormai tradizionale appuntamento di riflessione sull'Africa con l'Africa torna su una tematica piuttosto complessa e che nell'attualità ci interpella direttamente e interpella forse soprattutto la società civile e il mondo politico.
forse soprattutto, ma forse non abbastanza.

Consulta la Locandina dell'Evento!


Si è aperta martedì, 6 ottobre, con l’intervento di Eshohe Aghatise, avvocato consulente dell’ONU, la quinta edizione di Volti d’Africa, la rassegna organizzata a Como dai centri missionari della diocesi e dei Guanelliani insieme all’associazione Medici con l’Africa. Un ciclo di incontri dedicato alle nuove forme di schiavitù, in particolare alla prostituzione, una piaga che lega indissolubilmente nord e sud del mondo. “E’ sufficiente percorrere alcune delle strade della nostra provincia – racconta Giovanni Foglia, presidente di Medici con l’Africa – per rendersi conto di come il problema della tratta tocchi anche noi da vicino. Molte delle donne, costrette a prostituirsi, provengono dall’Africa e questo non può che interrogarci. Così abbiamo deciso di dedicare questa edizione di Volti d’Africa proprio alle nuove forme di schiavitù”. Nell’incontro di martedì Eshohe Aghatise si è occupata degli aspetti internazionali della tratta che ha nella Nigeria, suo Paese, uno dei punti principali di adescamento delle ragazze che arrivano poi in Europa. E’ in questa attività che giocano un ruolo di primo piano le grandi organizzazioni criminali nigeriane e internazionali.
Il secondo incontro, martedì 13 ottobre, si concentrerà, invece, sulla realtà italiana. Adarabioyo Ibironke, sociologa nigeriana, consulente del Comune di Milano, parlerà della condizione delle donne vittime della tratta una volta arrivate nel nostro Paese. “La seconda serata – continua Foglia – non vuole limitarsi ad evidenziare le problematiche ma anche provare a dare dei messaggi positivi. La relatrice ci parlerà, infatti, di alcune donne che sono riuscite a sfuggire ai loro aguzzini, riuscendo a ricostruirsi una propria vita in Italia”.
A differenza delle precedenti questa edizione si concluderà con uno spettacolo teatrale messa in scena, martedì 20 ottobre, dalla compagnia teatrale Ibuka Amizero di Figino Serenza. Lo spettacolo si intitola “Sogni clanDestini” e racconta le storie di cinque migranti con i loro viaggi rocamboleschi, il loro arrivo in Italia e i tentativi di integrazione. Tra i personaggi vi è anche una donna africana costretta a prostituirsi. Come nelle precedenti edizioni anche quest’anno tutti i relatori saranno africani. “Questo rappresenta il nostro fiore all’occhiell – conclude Gianni Foglia -  perché crediamo sia fondamentale coinvolgere gli africani nella discussione di questioni che toccano tutti noi, offrendoci una nuova e preziosa prospettiva”. Gli incontri si tengono, alle 20.45, all’auditorium don Guanella in via Tommaso Grossi a Como.
contattaci | newsletter | versione stampabile | area riservata | credits
Vai al sito ufficiale della Diocesi di Como
Centro Missionario Diocesano COMO