Logo Centro Missionario Diocesano di COMOCentro Missionario Diocesano di COMO  

Centro Missionario della Diocesi di COMO
c/o Centro Pastorale Card. Ferrari
Viale C. Battisti 8 - 22100, COMO - Italy
Tel. e Fax. 031/331.23.24

www.centromissionariocomo.it
cmdcomo@centromissionariocomo.it

Chi Siamo

Cosa è il CMD e cosa ci sta a fare

“CMD” sta per “Centro Missionario Diocesano”.

Vediamo brevemente il senso di ciascuno di questi termini.

CENTRO
    Non si tratta tanto di un “ufficio” dove si sbrigano delle pratiche, quanto di un “centro” dove sono chiamate a convergere tutte le forze missionarie esistenti nella diocesi. Per avere momenti e luoghi di confronto reciproco. Per essere più Chiesa, cercando vie di collaborazione e di condivisione. Per trovare stimoli nuovi nel portare avanti le proprie attività. Per tentare cammini comuni in vista dell’annuncio e della testimonianza del Regno di Dio. Per mettersi insieme all’ascolto di quanto la Parola di Dio e l’esperienza di chi vive la missione ci insegna. Per entrare sempre meglio in sintonia con la pastorale della diocesi e le indicazioni della Chiesa intera.
MISSIONARIO
    Sappiamo che tutta la pastorale oggi è chiamata ad essere missionaria. Ma c’è anche uno specifico missionario: è quella che viene chiamata la missione “ad gentes”, rivolta a chi vive in terre lontane e ancora non conosce la buona notizia del Vangelo, ai popoli di prima evangelizzazione, alle Chiese sorelle che stanno muovendo i primi passi. È di questo specifico che ci si occupa al CMD. Nella convinzione che solo tenendo aperto il libro delle missioni anche l’intera pastorale potrà trovare strade nuove per porgere il Vangelo all’uomo d’oggi.
DIOCESANO
    È nella diocesi che il CMD svolge la propria attività. Facendo innanzitutto da raccordo tra le linee pastorali del Vescovo e le iniziative di quanti si interessano e operano a favore della missione. Portando all’interno della diocesi stessa la voce del mondo missionario, come ventata di aria nuova che aiuta a mantenere la “missione ad gentes come orizzonte e paradigma di tutta la nostra pastorale” (vedi documento dei Vescovi “Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia”, n° 32).

 

Le attività svolte dal CMD

Le attività del CMD possono essere raggruppate attorno a tre settori:
  • le missioni diocesane
  • i missionari originari della diocesi
  • la pastorale missionaria in diocesi
 
LE MISSIONI DIOCESANE
    L’attività del CMD consiste promuovere e tenere vivo lo scambio tra chiese sorelle, in particolare con la diocesi di Maruà-Mokolò, in Cameroun, dove attualmente si trovano tre missionari fidei donum di Como.
    Il CMD si preoccupa inoltre di suscitare interesse e disponibilità, sia tra i preti che tra i laici, per eventuali partenze in missione, come ricambio e rinforzo alla missione già esistente in Cameroun e nella prospettiva di nuove aperture.
    Ci si preoccupa poi che chi si rende disponibile a partire possa avere la adeguata preparazione, che sia seguito durante la propria permanenza in missione, e che abbia modo di rientrare secondo gli opportuni tempi e modalità.
    Viene curata anche la parte burocratica ed amministrativa, secondo quanto chiesto dalle convenzioni CEI, nonché i rapporti con la diocesi a cui i missionari sono temporaneamente donati.
I MISSIONARI ORIGINARI DELLA DIOCESI
    Sono circa 320, sparsi in tutti i continenti, e costituiscono una notevole ricchezza della nostra diocesi.
    Vengono raggiunti da una lettera a cura del CMD almeno tre volte all’anno, in cui vengono informati della vita diocesana e invitati a mandare loro notizie che possano servire alla animazione missionaria della diocesi. Durante la quaresima missionaria vengono anche finanziati alcuni progetti da loro precedentemente presentati e approvati dalla Commissione missionaria diocesana e dal Vescovo.
    Quando e se è possibile, vengono anche visitati dal responsabile del CMD nella loro missione.
    Alcuni di loro sono anche sostenuti economicamente in modo continuativo, soprattutto per quanto riguarda i versamenti pensionistici o le coperture assicurative.
L'ANIMAZIONE DELLA PASTORALE MISSIONARIA IN DIOCESI
    La pastorale missionaria si occupa sia di animare missionariamente tutta la pastorale, sensibilizzando tutto il popolo di Dio alla missione ad gentes, sia dei gruppi e delle associazioni aventi una specifica finalità missionaria.
    La sensibilizzazione di tutti alla missione ad gentes avviene durante il mese missionario (ottobre) e la Giornata missionaria mondiale, entrambi curati dalle POM e finalizzati al finanziamento delle stesse, attraverso il CMD. A questi si aggiungano gli altri appuntamenti fissi, sempre coordinati dal Centro missionario nazionale (ora fondazione Missio), quali la giornata per l’infanzia missionaria, la veglia di preghiera per i missionari martiri, la giornata per i lebbrosi ecc.
    Ogni parrocchia è poi invitata a trovare, nel corso dell’anno, una domenica da dedicare ad una ulteriore giornata missionaria, possibilmente preceduta da una settimana di preparazione e sensibilizzazione alla missione ad gentes.
    Una particolare sottolineatura merita la quaresima missionaria, che prevede proposte per ogni fascia di età, ed un coinvolgimento sia formativo che operativo volto alla raccolta fondi da destinare ai progetti diocesani (per le missioni dei fidei donum e dei missionari originari della diocesi).
    Riguardo ai gruppi, alle associazioni, e alle singole persone che si interessano delle missioni, bisogna anche qui sottolineare una notevole ricchezza di forze. Ha preso avvio nel settembre 06 un progetto di animazione missionaria volto ad offrire loro una opportunità di formazione missionaria e di maggior conoscenza e coordinamento delle attività.
     

    In sintesi, il progetto si articola nelle seguenti strutture e persone:

    • una Consulta diocesana di pastorale missionaria, rappresentativa di tutti i gruppi, le associazioni, le commissioni missionarie della diocesi, che si riunisce tre volte all’anno per elaborare le linee di fondo dell’animazione missionaria;
    • una Commissione missionaria diocesana, avente carattere più operativo e volta a mettere in atto le iniziative indicate dalla Consulta;
    • le Commissioni missionarie zonali, che dovrebbero sorgere in tutte le zone pastorali della diocesi, guidate e coordinate da un animatore, e rappresentative di tutti i gruppi e le associazioni esistenti in zona, e che si radunano con scadenza mensile;
    • l’animatore zonale di pastorale missionaria, che guida e coordina la commissione zonale;
    • il prete referente per la zona, che tiene i collegamenti con il presbiterio di zona e fa in modo che le attività missionarie si raccordino con le altre attività pastorali;
    • il Convegno missionario diocesano, appuntamento annuale nel quale tutte le forze missionarie della diocesi sono invitate a convergere;
    • le varie equipe operative, che hanno il compito di seguire un ambito specifico (ad esempio il sito del CMD, la newsletter, l’infanzia missionaria, i sussidi per la quaresima, le schede formative ecc.).

    Il progetto prevede anche un itinerario graduale volto alla creazione di un gruppo missionario parrocchiale o interparrocchiale.

 

Per contattarci  »

Centro Missionario Diocesano COMO - mercoledì 19 dicembre 2018, ore 01.26